Coronavirus Fase 2

Coronavirus Fase 2

Lascia la recensione
Gli italiani dovranno convivere a lungo con mascherine, guanti e gel.

Gli italiani dovranno convivere a lungo con mascherine, guanti e gel.

E anche dopo il 4 maggio, quando si allargheranno le maglie delle restrizioni, dovranno fare a meno di abbracci e strette di mano. Da quel giorno, saranno però permesse le visite ai familiari, purché non si trasformino in rimpatriate, mentre saranno ancora vietati gli spostamenti da regione a regione, anche se sarà "consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". Piano piano sarà comunque possibile uscire di casa per lavoro e fare acquisti. In base alle indicazioni contenute nella bozza di Dpcm, in tutta Italia domani riaprono i cantieri pubblici e il 4 maggio quelli privati. Poi, via via, parchi, negozi, ristoranti. Ferme restando le norme base di sicurezza, le varie categorie stanno stilando protocolli ad hoc per garantire la sicurezza di personale e clienti.

- EDILIZIA: ripartono domani le attività produttive e industriali prevalentemente votate all'export e i cantieri per carceri, scuole, presidi sanitari, case popolari e per la difesa dal dissesto idrogeologico. Al ministero delle Infrastrutture è stato firmato un protocollo che prevede un serie di precauzioni: misurazione della temperatura prima dell'accesso al cantiere, accesso contingentato a mense e spogliatoi, pulizia giornaliera e sanificazione periodica delle aree comuni. Sempre domani riparte il commercio all'ingrosso funzionale ai settori dell'export e all'edilizia.

- CANTIERI PRIVATI: Dal 4 maggio partono tutte le attività di manifattura, il commercio all'ingrosso e i cantieri privati. In attesa sarà possibile preparare gli ambienti di lavoro.

- TAKE AWAY - Dal 4 maggio sarà consentito andare a comprare cibo da asporto, da consumare a casa o in ufficio.

- SPORT: può ripartire l'attività motoria individuale anche distante da casa. Dal 4 maggio via libera anche ad allenamenti dei professionisti per le discipline individuali. Per gli sport di squadra l'orientamento è quello di attendere il 18.

 - I PARCHI E GIARDINI PUBBLICI: riapriranno il 4 maggio. L'orientamento è di permettere che all'aperto possa stare vicino un numero molto limitato di persone se componenti di una stessa famiglia. Resteranno chiuse le aree per i bambini.

- NEGOZI E PARRUCCHIERI: Il commercio al dettaglio ripartirà il 18. L'obiettivo è evitare che ci siano orari di punta, prevedendo aperture e chiusure diverse fra le varie attività. Parrucchieri ed estetisti dovranno aspettare il primo giugno.

RISTORANTI E MUSEI: I musei riaprono il 18 maggio. La data giusta per i ristoranti dovrebbe essere il primo giugno. La Federazione italiana pubblici esercizi ha approvato un protocollo che prevede: un metro di distanza tra i tavoli, porte di ingresso e uscita differenziate, pagamenti preferibilmente digitali al tavolo, pulizia e sanificazione.

- MEZZI PUBBLICI: Gli orari diversificati di apertura e chiusura delle attività imporrà una rimodulazione del servizio pubblico, che comunque dovrà essere potenziato nelle ore di punta. Le linee guida allo studio prevedono inoltre: termoscanner in tutte le stazioni e gli aeroporti, obbligo su tutti i mezzi di trasporto (dai treni alle navi, dagli aerei a bus e metro) distanziamento dei passeggeri, mascherine, biglietti sempre più elettronici, contingentamento degli accessi nelle stazioni e negli scali

- SPOSTAMENTI: dal 4 maggio sarà possibile far visita ai parenti, ma non saranno permesse le riunioni di famiglia. Ancora in ballo la decisone sull'autocertificazione per gli spostamenti nel comune. Resta il divieto di spostamento al di fuori della regione, "salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute"

- FUNERALI: nessun via libera alle messe. Dal 4 maggio saranno permessi i funerali, ma con la sola presenza dei familiari del defunto, per un massimo di 15 persone.

- SCUOLA: Gli studenti non torneranno sui banchi fino a settembre. Il governo sta lavorando per definire le modalità per far svolgere "in presenza, ma in piena sicurezza" gli esami di Stato.

- REGIONI: qualche Regione, intanto, fa da sé. In Lombardia da mercoledì possono riaprire i mercati alimentari scoperti, il Veneto e le Marche permettono il take away per il cibo, mentre in Toscana da domani possono riaprire le aziende dei distretti tessili, in particolare quello di Prato, per la manutenzione dei macchinari. In Friuli Venezia Giulia, da domani, oltre al via ai take away, ci si potrà allontanare da casa per attività sportive e saranno possibili interventi di manutenzione sulle imbarcazioni. In Liguria via libera da domani a cibo da asporto, negozi di abbigliamento per bambini, toelettatura animali.

Leggi di più
Conte: proroga lockdown fino al 3 maggio, aprono le librerie

Conte: proroga lockdown fino al 3 maggio, aprono le librerie

Lascia la recensione
L'auspicio è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela e gradualità

"Proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio, una decisione difficile ma necessaria di cui mi assumo tutte le responsabilità politiche". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi annunciando il nuovo dpcm.

"L'auspicio è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela e gradualità ma ripartire: dipenderà dai nostri sforzi". "Se cediamo adesso c'è il rischio di ripartire daccapo. E' necessario tenere alta attenzione anche a Pasqua", spiega il premier. "Il lavoro per la fase 2 è già partito, non possiamo aspettare che il virus sparisca dal nostro territorio. Servirà un programma articolato e organico su due pilastri: un gruppo di lavoro di esperti e il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro".

Leggi di più
Conferenza stampa del Presidente Conte con i Ministri Gualtieri, Azzolina e Patuanelli

Conferenza stampa del Presidente Conte con i Ministri Gualtieri, Azzolina e Patuanelli

Lascia la recensione
Dal decreto di oggi arrivano 400 miliardi di liquidità per le imprese, con il #CuraItalia ne avevamo liberati 350. Parliamo di 750 miliardi, quasi la metà del nostro Pil

"Dovremo continuare a osservare la regola delle distanze e fare sacrifici ancora per un po'" annuncia il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa alla conclusione del Cdm. Con lui tre ministri, dell'Economia, della Scuola e dello Sviluppo economico. Il premier annuncia che il governo ha varato un bazooka per la liquidità alle imprese: in tutto 750 miliardi. "Una potenza di fuoco che io non ricordo altre volte. E' una cifra enorme", ha commentato. "Complessivamente - assicura Roberto Gualtieri - mobilitiamo fino a 750 miliardi di risorse garantite dallo Stato". "Abbiamo varato una misura molto forte, fino a 25mila euro di prestito con la garanzia al 100% dello Stato" sottolinea Stefano Patuanelli. Rivolta alle migliaia di precari, Lucia Azzolina presenta la sue scuse: "Chiedo scusa a tutti i precari della scuola, ma non riusciamo ad aggiornare le graduatorie di istituto".

 

Intesa raggiunta nella maggioranza, dopo un lungo braccio di ferro, sul pacchetto di liquidita' alle imprese che sara' in grado di mobilitare risorse per 750 miliardi di euro, oltre 400 in piu' - 200 miliardi per il mercato interno e 200 miliardi per l'export - rispetto ai 350 miliardi gia' previsti nel Dl cura Italia. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al dl credito che contiene, tra l'altro, anche misure per la sospensione delle tasse e dei contributi per aprile e maggio, gli sgravi per le mascherine e i dispositivi di protezione, lo stop ai termini delle agevolazioni prima casa e il rafforzamento del golden power per difendere gli asset nazionali.

Leggi di più

La situazione dei contagi in Italia

8514
ATTUALMENTE POSITIVI

631
DECEDUTI

1004
GUARITI


INIZIATIVE CORONAVIRUS

Coronavirus Fase 2

Coronavirus Fase 2

Lascia la recensione
Gli italiani dovranno convivere a lungo con mascherine, guanti e gel.

Gli italiani dovranno convivere a lungo con mascherine, guanti e gel.

E anche dopo il 4 maggio, quando si allargheranno le maglie delle restrizioni, dovranno fare a meno di abbracci e strette di mano. Da quel giorno, saranno però permesse le visite ai familiari, purché non si trasformino in rimpatriate, mentre saranno ancora vietati gli spostamenti da regione a regione, anche se sarà "consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". Piano piano sarà comunque possibile uscire di casa per lavoro e fare acquisti. In base alle indicazioni contenute nella bozza di Dpcm, in tutta Italia domani riaprono i cantieri pubblici e il 4 maggio quelli privati. Poi, via via, parchi, negozi, ristoranti. Ferme restando le norme base di sicurezza, le varie categorie stanno stilando protocolli ad hoc per garantire la sicurezza di personale e clienti.

- EDILIZIA: ripartono domani le attività produttive e industriali prevalentemente votate all'export e i cantieri per carceri, scuole, presidi sanitari, case popolari e per la difesa dal dissesto idrogeologico. Al ministero delle Infrastrutture è stato firmato un protocollo che prevede un serie di precauzioni: misurazione della temperatura prima dell'accesso al cantiere, accesso contingentato a mense e spogliatoi, pulizia giornaliera e sanificazione periodica delle aree comuni. Sempre domani riparte il commercio all'ingrosso funzionale ai settori dell'export e all'edilizia.

- CANTIERI PRIVATI: Dal 4 maggio partono tutte le attività di manifattura, il commercio all'ingrosso e i cantieri privati. In attesa sarà possibile preparare gli ambienti di lavoro.

- TAKE AWAY - Dal 4 maggio sarà consentito andare a comprare cibo da asporto, da consumare a casa o in ufficio.

- SPORT: può ripartire l'attività motoria individuale anche distante da casa. Dal 4 maggio via libera anche ad allenamenti dei professionisti per le discipline individuali. Per gli sport di squadra l'orientamento è quello di attendere il 18.

 - I PARCHI E GIARDINI PUBBLICI: riapriranno il 4 maggio. L'orientamento è di permettere che all'aperto possa stare vicino un numero molto limitato di persone se componenti di una stessa famiglia. Resteranno chiuse le aree per i bambini.

- NEGOZI E PARRUCCHIERI: Il commercio al dettaglio ripartirà il 18. L'obiettivo è evitare che ci siano orari di punta, prevedendo aperture e chiusure diverse fra le varie attività. Parrucchieri ed estetisti dovranno aspettare il primo giugno.

RISTORANTI E MUSEI: I musei riaprono il 18 maggio. La data giusta per i ristoranti dovrebbe essere il primo giugno. La Federazione italiana pubblici esercizi ha approvato un protocollo che prevede: un metro di distanza tra i tavoli, porte di ingresso e uscita differenziate, pagamenti preferibilmente digitali al tavolo, pulizia e sanificazione.

- MEZZI PUBBLICI: Gli orari diversificati di apertura e chiusura delle attività imporrà una rimodulazione del servizio pubblico, che comunque dovrà essere potenziato nelle ore di punta. Le linee guida allo studio prevedono inoltre: termoscanner in tutte le stazioni e gli aeroporti, obbligo su tutti i mezzi di trasporto (dai treni alle navi, dagli aerei a bus e metro) distanziamento dei passeggeri, mascherine, biglietti sempre più elettronici, contingentamento degli accessi nelle stazioni e negli scali

- SPOSTAMENTI: dal 4 maggio sarà possibile far visita ai parenti, ma non saranno permesse le riunioni di famiglia. Ancora in ballo la decisone sull'autocertificazione per gli spostamenti nel comune. Resta il divieto di spostamento al di fuori della regione, "salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute"

- FUNERALI: nessun via libera alle messe. Dal 4 maggio saranno permessi i funerali, ma con la sola presenza dei familiari del defunto, per un massimo di 15 persone.

- SCUOLA: Gli studenti non torneranno sui banchi fino a settembre. Il governo sta lavorando per definire le modalità per far svolgere "in presenza, ma in piena sicurezza" gli esami di Stato.

- REGIONI: qualche Regione, intanto, fa da sé. In Lombardia da mercoledì possono riaprire i mercati alimentari scoperti, il Veneto e le Marche permettono il take away per il cibo, mentre in Toscana da domani possono riaprire le aziende dei distretti tessili, in particolare quello di Prato, per la manutenzione dei macchinari. In Friuli Venezia Giulia, da domani, oltre al via ai take away, ci si potrà allontanare da casa per attività sportive e saranno possibili interventi di manutenzione sulle imbarcazioni. In Liguria via libera da domani a cibo da asporto, negozi di abbigliamento per bambini, toelettatura animali.

Leggi di più
02
Giu2020

La Cina nascose i dati sul virus all'Oms

La Cina ritardò la comunicazione dei dati sul coronavirus e in alcuni casi li nascose provocando grande frustrazione tra i ranghi dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. E' quanto emerge da un'inchiesta dell'Associated Press, pubblicata sul suo sito e fondata sulla documentazione riservata dei vertici dell'agenzia dell'Onu. Carte dalle quali viene fuori un dietro le quinte ben diverso dalle lodi pubbliche fatte dall'Oms nei confronti di Pechino.     

25
Mag2020

L'app Immuni pronta a giugno, sperimentazione in 3 regioni

L'app Immuni "sarà disponibile tra 10-15 giorni, per i primi di giugno". Lo ha detto Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. "Rientra in una riorganizzazione della medicina territoriale e della medicina preventiva - ha aggiunto - è un tracing importantissimo e quando sarà attivo darà ulteriori informazioni su tracciamento e diffusione della malattia". La sperimentazione dell'app partira' in tre regioni, al nord, al centro e al Sud. Al via libera si e' aggiunto anche l'invio della attesa relazione da parte del ministero della salute al garante della privacy.

25
Mag2020

Si tornerà a scuola, da settembre stop alle lezioni in smart da casa

A settembre viene archiviata la 'didattica a distanza'. Gli studenti tornano in aula. Il comitato degli esperti voluto dalla ministra ha detto basta 'sacrificare il tempo scuola, non
vogliamo che si torni a settembre con una didattica a distanza o una didattica mista, i bambini della scuola dell'infanzia, elementare e media devono poter essere in un contesto di  socialità'. Clima più sereno nella maggioranza dopo il vertice sul concorso dei precari della scuola: si farà dopo dopo l'estate e non sarà più a crocette ma con una prova scritta.  

25
Mag2020

Olbia 3 metri e mezzo di distanza tra ombrelloni

Tre metri e mezzo tra un ombrellone e l'altro, distanziamento nei tavolini di bar e ristoranti sul mare, "ma anche l'obbligo di dispenser per l'igiene delle mani e un'adeguata cartellonistica sui comportamenti da tenere in spiaggia, sui lettini e ai tavoli". "Le distanze valgono anche nelle spiagge libere con l'obbligo per chi arriva dopo di adeguarsi a chi è già in spiaggia". Sono i contenuti della nuova ordinanza del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, che ha raggiunto l'intesa con Mari di Tarranoa, "associazione cui fa riferimento l'85% degli operatori olbiesi e con cui si collabora proficuamente condividendo una serie di prescrizioni che garantiscono la fruizione in sicurezza dei lidi olbiesi".

19
Mag2020

Il 15 giugno al via centri estivi, le regole per bimbi

Dopo l'ok del Comitato Tecnico Scientifico e con uno stanziamento di 185 milioni, i centri estivi possono partire, dando un aiuto ai tanti genitori tornati al lavoro con la Fase 2. La data fissata è quella del 15 giugno, ma sui tempi l'ultima parola spetterà alle Regioni, che se pronte possono anticiparne l'apertura, oppure in caso di eventuali contagi territoriali, possono posticiparla. Il Veneto, come annunciato dal presidente Luca Zaia, già dalla prossima settimana potrebbe aprire i suoi centri estivi, organizzati anche dalla Diocesi, da fattorie didattiche e scuole paritarie.

AGGIORNAMENTI REGIONI

10
Apr2020

In Basilicata negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta

In Basilicata, a causa dell'emergenza coronavirus, "nelle giornate di domenica 12 e lunedì 13 aprile è disposta la chiusura obbligatoria al pubblico delle attività commerciali al dettaglio". La decisione per Pasqua e Pasquetta è stata presa dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, con un'ordinanza. Nel provvedimento è specificato che la chiusura "comprende le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia nell'ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali; ad esclusione delle edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie".

27
Mar2020

Stop centri commerciali-negozi domenica

La Regione Emilia-Romagna conferma le misure restrittive anti Covid-19 per quanto riguarda l'attività di centri commerciali e negozi nel fine settimana. Domani, sabato 28 marzo, sono chiuse le medie e grandi strutturedi vendita e gli esercizi all'interno, fatta eccezione perfarmacie, parafarmacie e punti vendita alimentari. Dopodomani, domenica 29 marzo, sono chiusi tutti gli esercizi commerciali e i punti vendita alimentari, di qualsiasi dimensione siano. Ogni tipo di mercato è chiuso sempre, in ogni giorno.

17
Mar2020

Un morto e 87 nuovi casi, i positivi salgono a 407

Oggi, in Puglia, sono stati effettuati 460 tamponi per rilevare il coronavirus, 74 sono risultati positivi. Un dato in leggero aumento rispetto ai giorni precedenti. Lo comunica il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. La provincia di Bari resta la più colpita con 35 nuovi casi, 14 nella Bat, 18 nel Foggiano e 7 in provincia di Lecce. Con questo aggiornamento salgono a 394 i casi positivi registrati in Puglia per l'infezione da Covid-19 Coronavirus. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

17
Mar2020

Piemonte, 44 vittime e 2063 positivi

E' di 144 morti con Coronavirus il bilancio aggiornato a questa sera in Piemonte.Undici i nuovi decessi comunicati dall'Unità di Crisi della Regione: 9 in provincia di Biella (7 uomini e 2 donne), 1 donna in provincia di Torino, un'altra nell'Alessandrino. L'età media è di 80 anni. Sono 2.063 le persone finora risultate positive al "Coronavirus Covid-19" in Piemonte: 342 in provincia di Alessandria, 93 in provincia di Asti, 96 in provincia di Biella, 134 in provincia di Cuneo, 159 in provincia di Novara, 904 in provincia di Torino, 113 in provincia di Vercelli, 76 nel Verbano-Cusio-Ossola, 46 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 226.
   

17
Mar2020

74 nuovi casi, 394 positivi

Oggi, in Puglia, sono stati effettuati 460 tamponi per rilevare il coronavirus, 74 sono risultati positivi. Un dato in leggero aumento rispetto ai giorni precedenti. Lo comunica il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. La provincia di Bari resta la più colpita con 35 nuovi casi, 14 nella Bat, 18 nel Foggiano e 7 in provincia di Lecce. Con questo aggiornamento salgono a 394 i casi positivi registrati in Puglia per l'infezione da Covid-19 Coronavirus.

17
Mar2020

Toscana, oltre 1.000 contagi, 17 i morti

Sono 187 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, dunque sale a 1.053 il numero totale dei contagiati dall'inizio dell'emergenza. Tra questi, 17 decessi, sette guarigioni virali (i cosiddetti "negativizzati"), cinque guarigioni cliniche. I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 1.024. Lo riferisce la Regione Toscana precisando che "spetterà in ogni caso all'Istituto superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus.

17
Mar2020

Molti malati in arrivo in ospedali Liguri

"Come previsto sono moltissimi i malati di coronavirus in arrivo negli ospedali liguri, la curva sta ancora crescendo, quindi ora più che mai è importante continuare a seguire con rigore tutte le misure per contenere ilcontagio". Lo afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "Mi raccomando, non andate in ospedale se pensatedi avere sintomi da coronavirus, chiamate il 112 in caso di necessità, ricordandovi che la maggior parte delle persone affronta il virus a casa, senza complicazioni né bisogno di cure ospedaliere", dice Toti. "C'è ancora grande penuria di mascherine.

16
Mar2020

Trentino garantite solo prestazioni alta priorità

In questa fase di emergenza, nelle strutture sanitarie trentine sono garantite solo le prestazioni ambulatoriali con alta priorità clinica, mentre sono sospese tutte le altre, compresa l'attività di libera professione. Lo comunica l'Azienda sanitaria provinciale di Trento. In questo periodo, e fino a fine emergenza, sarà possibile prenotare solo tramite il call center telefonico (848 816 816 da telefono fisso e 0461 379400 da cellulare), mentre il sistema di prenotazione Cup-online è temporaneamente sospeso. Le persone già in possesso di una prenotazione verranno contattate dagli operatori.

12
Mar2020

Puglia, 18 nuovi casi, contagi sono 108

Sono 18 i nuovi casi di Coronavirus rilevati in Puglia, dove complessivamente, sale a 108 il numero dei contagiati. Lo comunica il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Oggi sono stati eseguiti 253 test in tutta la regione per l'infezione da Covid-19 Coronavirus. Nel dettaglio, 6 nuovi casi positivi sono stati rilevati in Provincia di Bari; 2 in Provincia Bat; 1 in Provincia di Brindisi; 1 in Provincia di Foggia; 6 in Provincia di Lecce; 2 in provincia di Taranto.

12
Mar2020

Treni regionali soppressi nelle Marche

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato l'ordinanza, che fissa il programma di razionalizzazione dei servizi ferroviari, da attuare a partire dalle ore 00.00 del 13 marzo 2020. Sono un'ottantina i collegamenti soppressi. Il piano assicura lungo le varie direttrici almeno un treno per ogni ora, per consentire gli spostamenti così come disciplinati e previsti dal Dpcm 9 marzo 2020 ed 11 marzo 2020 (cioè per motivi di lavoro, di salute e per necessità).

12
Mar2020

La maglia di Ilicic all'asta per ospedale Bergamo

La maglia autografata di Josip Ilicic all'asta per finanziare l'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, al limite della disponibilità di posti per l'emergenza Coronavirus. L'iniziativa è di Fondazione Dynamo cui la casacca numero 72 del nazionale sloveno era stata donata dall'Atalanta stessa per ricavare fondi per Dynamo Camp Onlus, una serie di programmi gratuiti di terapia ricreativa dedicata a bambini con patologie gravi e croniche.

12
Mar2020

689 contagi in Piemonte, salgono a 29 i decessi

Si aggrava il bilancio dell'emergenza coronavirus in Piemonte. Salgono a 29 i decessi e 689 i contagi. E' il bilancio dell'Unità di crisi della Regione Piemonte. Oggi pomeriggio altri quattro decessi. Tra i 689 contagiati, sono 107 le persone ricoverate interapia intensiva, 452 in altri reparti e 103 in isolamento domiciliare

12
Mar2020

In Calabria 35 positivi

In Calabria, ad oggi, sono stati effettuati 360 tamponi per rilevare la presenza del coronavirus: le persone risultate positive sono 35, quelle negative sono 325. Lo rende noto la Regione Calabria. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 5 in reparto; Cosenza: 7 in reparto; 2 in rianimazione; 1 in isolamento domiciliare; Reggio Calabria: 4 in reparto; 6 in isolamento domiciliare; 1 guarito; Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; Crotone: 5 in isolamento domiciliare.

12
Mar2020

In Lombardia 127 decessi e 1.133 contagiati

Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 6.896 i malati in Lombardia (1.133 in più diieri) e 744 le vittime (+127). Nel dettaglio, sono salite a 1.146 le persone risultate positive al Coronavirus in provincia di Milano, 220 in più rispetto aldato di ieri. "Milano - ha detto l'assessore al Welfare, Giulio Gallera - ha una crescita lenta costante, ma il fatto che cresca lentamente è un elemento positivo".

12
Mar2020

In Toscana 1 morto e 44 nuovi casi

E' morto oggi all'ospedale di Lucca un anziano paziente risultato positivo al coronavirus E' il quinto decesso in Toscana tra pazienti positivi al Coronavirus. A confermare se la morte vada imputata al virus dovrà essere l'Iss. Sono invece 44 i nuovi casi: ieri erano stati 56. Ad oggi complessivamente in Toscana sono 364 i tamponi risultati positivi, di cui 86 nella provincia di Firenze, 43 per Pistoia, 25 Prato, 49 per Lucca, 40 Massa Carrara, 34 Pisa, 16 Livorno,16 per Grosseto, 41 Siena, 14 Arezzo.

12
Mar2020

Coampania, stop a ricoveri non urgenti

Stop ai ricoveri programmati nelle strutture ospedaliere della Campania. La Regione, con una comunicazione della Direzione generale per la tutela della salute e coordinamento del sistema sanitario della Campania, ai direttori generali di Asl, ospedali e delle università ospedaliere, ha disposto la sospensione dei ricoveri programmati non urgenti "in strutture ospedaliere pubbliche, private accreditate e ospedali classificati", da oggi e fino al 6 aprile prossimo.

12
Mar2020

8 morti in Friuli Venezia Giulia, salgono a 205 i positivi

Salgono a 205 i casi positivi al coronavirus in Friuli Venezia Giulia, con un aumento di 79 persone rispetto all'ultima comunicazione. Sono invece due i decessi registrati in più rispetto alla giornata di ieri, che portano a 8 il numero totale di vittime per Covid-19. Ad aggiornare sulla situazione è la Regione attraverso il vicegovernatore con delega alla Salute del Fvg, Riccardo Riccardi, dalla sede della Protezione Civile a Palmanova.

12
Mar2020

Scarseggiano mascherine in ospedale Sulmona

Scarseggiano le mascherine nell'ospedale di Sulmona, tanto da non bastare nemmeno a medici, infermieri e restante personale in servizio. La segnalazione viene direttamente dall'ospedale dell'Annunziatae gli operatori ospedalieri sono molto preoccupati, sia per la loro salute sia per quella dei pazienti. Lanciano un pressante appello all'Asl competente affinché provveda in tempi rapidi a reperire le preziose indispensabili mascherine così da tranquillizzare tutti.

12
Mar2020

Coronavirus: in Sicilia 115 positivi

In Sicilia sono 115 i casi positivi al coronavirus (32 più di ieri). I laboratori regionali di riferimento (Policlinici di Palermo e Catania) hanno analizzato 1.477 tamponi, di cui 1.223 negativi e 139 in attesa dei risultati. Lo comunica la presidenza della Regione siciliana. Risultano ricoverati 33 pazienti (nove a Palermo, tredici a Catania, quattro a Messina, uno a Caltanissetta, tre ad Agrigento, uno a Enna e due a Trapani) di cui cinque in terapia intensiva, mentre 78 sono in isolamento domiciliare, due sono guariti e due deceduti.
   

12
Mar2020

Sono 71 i pazienti in terapia intensiva nelle Marche

Nelle Marche ci sono inoltre 330 ricoverati, di cui 76 in terapia intensiva, 254 in terapia non intensiva e 240 in isolamento domiciliare. La provincia di Pesaro Urbino è ancora la prima per numero di casi positivi: ora sono arrivati a 403, seguita da Ancona (142), e poi molto staccate Macerata (32),  Fermo 11, Ascoli Piceno con un solo caso.

GLI AGGIORNAMENTI REGIONALI IN DETTAGLIO

Protezione Civile Regione Abruzzo

ABRUZZO

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Basilicata

BASILICATA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Calabria

CALABRIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Campania

CAMPANIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Emilia Romagna

EMILIA ROMAGNA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Friuli Venezia Giulia

FRIULI VENEZIA GIULIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Lazio

LAZIO

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Liguria

LIGURIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Lombardia

LOMBARDIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Marche

MARCHE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Molise

MOLISE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Piemonte

PIEMONTE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Puglia

PUGLIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Sardegna

SARDEGNA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Sicilia

SICILIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Toscana

TOSCANA

Lascia la recensione
VEDI I DETTAGLI
Leggi di più
Protezione Civile Regione Trentino Alto Adige

TRENTINO ALTO ADIGE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Umbria

UMBRIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Valle d'Aosta

VALLE D'AOSTA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Veneto

VENETO

Lascia la recensione
Leggi di più
CORONAVIRUS NEL MONDO

AVVISI  REGIONALI

Coronavirus, 97 casi in Emilia-Romagna

Coronavirus, 97 casi in Emilia-Romagna

Lascia la recensione
Regione, impennata a causa di tamponi anche ad asintomatici

Sono saliti a 97 in Emilia-Romagna i casi di positività al coronavirus: 63 a Piacenza, 18 a Modena, 10 a Parma, tutti riconducibili al focolaio lombardo, e 6 a Rimini. Nessuno dei nuovi pazienti è in terapia intensiva, dove invece rimangono i tre di ieri (uno all'ospedale di Piacenza e due a Parma). La maggior parte dei pazienti si trova in condizioni non gravi: molti sono asintomatici o presentano sintomi modesti (febbricola e lieve tosse). Lo comunica la Regione Emilia-Romagna nel primo bollettino di giornata sul coronavirus.


L'aumento dei riscontri positivi (che ieri pomeriggio erano 47), sottolinea la Regione, è "dovuto anche all'elevato numero di tamponi" refertati in regione, ovvero 1.033, "ed effettuati nei giorni scorsi anche su persone asintomatiche spesso contatto di casi positivi, prima che le nuove indicazioni nazionali stabilissero la necessità di fare il test tampone solo in caso di sintomi manifesti".

Leggi di più
Abruzzo turista positivo, chiuse scuole a Roseto

Abruzzo turista positivo, chiuse scuole a Roseto

Lascia la recensione
In ricostruzione movimenti paziente brianzolo in Abruzzo

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio ha sentito il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, il quale ha deciso in qualità di autorità sanitaria di chiudere precauzionalmente le scuole.

Il presidente Marsilio è in continuo contatto con l'assessore alla salute, Nicoletta Verí, e il dirigente della Protezione civile regionale che stanno seguendo con la Asl di Teramo la ricostruzione di tutti i movimenti del paziente ricoverato per decidere le misure da adottare.

Il presidente Marsilio, inoltre, è a strettissimo contatto anche con il ministro Speranza e con il commissario Borrelli, con loro la Regione sta condividendo e condividerà tutte le azioni del caso per affrontare nella maniera migliore questa emergenza. "L'Abruzzo continua a rimanere regione fuori cluster - ha confermato il presidente Marsilio - stiamo lavorando e lavoreremo per mettere in quarantena le persone che sono state a stretto contatto con questo paziente".

Leggi di più
Coronavirus, i primi casi positivi in Toscana a Firenze e Pescia

Coronavirus, i primi casi positivi in Toscana a Firenze e Pescia

Lascia la recensione
Si tratta di un imprenditore tornato da Singapore e di un informatico che h...

In Toscana ci sono i primi due casi accertati di infezione da Coronavirus. In mattinata è stato lo stesso commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Angelo Borrelli, a confermare la positività di due persone al Covid-19. Dal virus sono stati colpiti un imprenditore fiorentino di 63 anni e un informatico 49enne di Pescia.

Il 49enne era rientrato giovedì sera da Codogno (Lombardia), dove ha soggiornato tre giorni per lavoro. Da venerdì si era messo in autoisolamento volontario su indicazione del medico di famiglia e sotto sorveglianza della Asl. Lunedì mattina, dopo un picco febbrile, ha contattato le strutture sanitarie che gli hanno mandato un’ambulanza del 118 a casa per portarlo, in isolamento, al nosocomio di Pistoia per tutti gli accertamenti. L’uomo al momento è in buone condizioni di salute, in isolamento nel reparto di malattie infettive.

Leggi di più
Ordigno da disinnescare: domenica disagi a Venezia

Ordigno da disinnescare: domenica disagi a Venezia

Lascia la recensione
Dalle 7.30 alle 12.30 sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra le stazi...

Rinvenuto un residuato bellico a Venezia che verrà disinnescato e rimosso.

Per consentire le operazioni degli artificieri, che avranno luogo domenica 2 febbraio su ordinanza del Prefetto di Venezia, dalle 7.30 alle 12.30 sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra le stazioni di Venezia Mestre e Venezia Santa Lucia.

Sono state dunque previste modifiche al programma di circolazione ferroviaria con variazioni o limitazioni di percorso. In particolare i treni della lunga percorrenza termineranno o inizieranno la corsa nella stazione di Venezia Mestre.
Analogo provvedimento sarà adottato per i treni regionali a eccezione di:

due treni regionali provenienti da Bologna con termine corsa a Padova;
due treni regionali provenienti da Verona con termine corsa a Padova;
una coppia di treni relazione Sacile - Venezia con termine e origine corsa a Treviso.

Infine, non sarà possibile effettuare servizi sostitutivi con bus nella tratta Venezia Mestre - Venezia Santa Lucia per il concomitante blocco del traffico stradale. L’orario per il termine delle attività potrà variare in base all’effettivo completamento dell’intervento.

Leggi di più
Roma, tre giorni stop veicoli inquinanti

Roma, tre giorni stop veicoli inquinanti

Lascia la recensione
Il 25, 26, 27 gennaio nella fascia verde dalle 7.30 alle 20.30

A Roma stop per tre giorni consecutivi alla circolazione dei veicoli più inquinanti.

Lo fa sapere il Campidoglio spiegando che "considerato il persistere di elevati livelli di inquinamento da Pm10, rilevati dal monitoraggio della rete urbana, è stata disposta la limitazione della circolazione veicolare privata nelle giornate del 25 e 26 gennaio nella ztl Fascia Verde dalle ore 7.30 alle ore 20.30, per: Ciclomotori e Motoveicoli Euro 0 ed Euro 1; Autoveicoli Benzina Euro 0, Euro 1 ed Euro 2; Autoveicoli Diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2. Il 27 gennaio, invece, è stata disposta la limitazione della circolazione veicolare privata (oltre ai divieti già previsti dalla D.C.S. n. 4/2015) nella ztl "Fascia Verde" dalle ore 7.30 alle ore 20.30, per: Ciclomotori e Motoveicoli Euro 0 ed Euro 1; Autoveicoli Benzina Euro 2".

L'Ordinanza sindacale, prosegue la nota, "prevede misure di contenimento anche per gli impianti termici sull'intero territorio comunale".

Leggi di più
Liguria: Avviso Arpal per venti con raffiche fino a 110km/h

Liguria: Avviso Arpal per venti con raffiche fino a 110km/h

Lascia la recensione
Già da oggi pomeriggio i venti settentrionali si andranno intensificando fi...

Arpal ha emanato l’avviso meteo per vento relativo alla giornata di domani, lunedì 20 gennaio per le zone di ponente (da Ventimiglia fino a Noli) e levante della regione.

Si prevedono per tutta la giornata venti sostenuti dai quadranti settentrionali con intensità di burrasca forte e raffiche fino a 90/110 km/h su A e al mattino sulla parte occidentale di C, in particolare su rilievi e capi esposti, intensità di burrasca e raffiche fino a 70/80 km/h su B (da Spotorno a Varazze), C (al pomeriggio) e rilievi di D (Val Bormida) e E.

Leggi di più
Smog record a Treviso, allerta rossa fino a lunedì

Smog record a Treviso, allerta rossa fino a lunedì

Lascia la recensione
Le centraline dell'Arpav hanno registrato valori di Pm10 e Pm2.5 a livelli ...

Arpav estende fino a lunedì l'allerta rossa.

Confermato quindi lo stop alla circolazione ai motoveicoli a due tempi EURO 0, ai veicoli a benzina EURO 0 ed EURO 1, diesel EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3 ed EURO 4 e ai veicoli commerciali a gasolio EURO 0, EURO 1, EURO 2, EURO 3 ed EURO 4 (per questi ultimi limitatamente alla fascia oraria 8.30-12.30), oltre a motoveicoli e ciclomotori EURO 0.

Leggi di più
Torino scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torino scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Lascia la recensione
Per tutti i veicoli per 13 ore consecutive, dalle 7 alle 20

A partire da venerdì 17 fino a lunedì 20 gennaio  sarà attivo il blocco per tutti i veicoli diesel fino alla categoria Euro 5, compresi quelli immatricolati dopo il primo gennaio 2013 e per quelli a benzina fino alla categoria Euro 1. La fascia oraria delle limitazioni è estesa per tutti i veicoli (trasporto persone e merci) a 13 ore consecutive, dalle 7 alle 20.

 

Leggi di più
Continua l'allerta smog in Emilia-Romagna

Continua l'allerta smog in Emilia-Romagna

Lascia la recensione
Misure emergenziali dal 17 gennaio in tutti comuni PAIR della regione, ad e...

Confermata l’allerta smog a Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Rubiera, Modena, Sassuolo, Carpi, Formigine, Castelfranco Emilia, Ferrara e Cento, Ravenna, Faenza e Lugo (l´allerta era attiva dal 13 gennaio); scatta l’allerta anche a Bologna e nei comuni dell’agglomerato urbano bolognese, Rimini e Riccione (vai al Bollettino del 16 gennaio 2020).

Le limitazioni alla circolazione per i veicoli più inquinanti (diesel euro 4) e gli altri provvedimenti emergenziali sono attivi fino a lunedì 20 gennaio compreso, quando sarà emesso il nuovo Bollettino Liberiamolaria.

Leggi di più
Protezione Civile Regione Abruzzo

ABRUZZO

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Basilicata

BASILICATA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Calabria

CALABRIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Campania

CAMPANIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Emilia Romagna

EMILIA ROMAGNA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Friuli Venezia Giulia

FRIULI VENEZIA GIULIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Lazio

LAZIO

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Liguria

LIGURIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Lombardia

LOMBARDIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Marche

MARCHE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Molise

MOLISE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Piemonte

PIEMONTE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Puglia

PUGLIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Sardegna

SARDEGNA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Sicilia

SICILIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Toscana

TOSCANA

Lascia la recensione
VEDI I DETTAGLI
Leggi di più
Protezione Civile Regione Trentino Alto Adige

TRENTINO ALTO ADIGE

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Umbria

UMBRIA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Valle d'Aosta

VALLE D'AOSTA

Lascia la recensione
Leggi di più
Protezione Civile Regione Veneto

VENETO

Lascia la recensione
Leggi di più

CORONAVIRUS NEL MONDO

01
Giu2020

Gb riapre scuole a macchia di leopardo

Riapertura oggi a macchia di leopardo nel Regno Unito di alcune classi delle prime scuole elementari: passoiniziale di un graduale ritorno in aula e di un avvio dell'alleggerimento del lockdown. Malgrado il via libera del governo di Boris Johnson, limitato per ora all'Inghilterra, alcune municipalità hanno comunque rimandato la riapertura e il 46% dei genitori ha preferito tenere i propri figli a casa.

19
Mag2020

Grecia riapre confini a turisti il 15/6

La Grecia riaprirà le sue frontiere al turismo il 15 giugno prossimo. Lo ha annunciato il premier greco Kiryakos Mitsotakis intervenendo ad un vertice quadrilaterale con altri Paesi dei Balcani per fare il punto sulle prospettive di ripresa della regione dopo la pandemia di coronavirus. Il premier greco si è detto d'accordo per la riapertura dei confini il primo giugno per i viaggi d'affari, i lavoratori stagionali e i componenti familiari residenti in altri Paesi. E ha annunciato che l'apertur...

08
Mag2020

Sale numero morti in Usa, 2.448 in 24 ore

Sale il numero dei morti a causa del coronavirus negli Stati Uniti: 2.448 nelle ultime 24 ore, secondo i dato della Johns Hopkins University. Nella giornata precedente i decessi erano stati 2.073. Il bilancio complessivo ha superato le 75.500 vittime, con oltre 1,2 milioni di contagi in tutto il Paese.

07
Mag2020

Coronavirus dilaga in America Latina

Dilaga la pandemia di coronavirus in America Latina. La regione ha superato i 300mila casi confermati, inclusi oltre 16 mila decessi, con circa 45mila positivi rilevati in meno di 72 ore. E' quanto emerge da una statistica elaborata dall'ANSA riguardante 34 nazioni e territori latinoamericani. Secondo il conteggio, sono 300.389 i casi confermati di coronavirus nell'area, con 16.348 morti. Il 4 maggio i casi di contagio erano circa 255 mila. Il Brasile si conferma il Paese dell'area con il maggi...

07
Mag2020

Francia da lunedì 80% di scuole aperte

Il piano di riapertura può essere avviato da lunedì". Lo ha annunciato il premier francese Edouard Philippe in una conferenza stampa in cui ha mostrato una cartina con il Paese diviso in dipartimenti verdi e rossi. In questi ultimi, riuniti nelle regioni Ile-de-France, Hauts-de-France, Borgogna Franche-Comté e Grand Est, la transizione avverrà con maggiori cautele e, ad esempio, "non riapriranno le scuole medie, né i parchi". Nell'area della capitale, ha specificato Philippe, l'epidemia è calata...